PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Veglia

Sguscia, lo sguardo
sulle tue palpebre calate
mentre, le dita sfiorano,
le tue gote corrugate
in una smorfia di sorriso,
scivolando, laddove bussa
lo strepito della vita.
Perduro a contemplarti in veglia,
intonando, delicatamente
una ninna nanna,
che non ti desti.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vivian Bonomini il 21/05/2011 11:57
    se si riesce a vegliare con l'amore si veglia anche troppo bene!!!
  • laura marchetti il 09/05/2011 21:00
    quando a vegliare è l'AMORE... molto dolce
  • loretta margherita citarei il 09/05/2011 18:29
    unica in dolcezza e tenerezza, splendida
  • Ada Piras il 09/05/2011 18:26
    Tenerissima, bella
  • anna rita pincopallo il 09/05/2011 14:27
    si percepisce nella delicatezza dei versi il tenerissimo sentimento che provi molto bella
    bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0