accedi   |   crea nuovo account

Linguaggi

il salice
scuotendo i lunghi
rami
mormora parole di noia
e di tristezza

il cipresso austero
da lezioni di mistero
svelando il senso
della vita e della morte

i fili d'erba
plebei della terra
parlottano con invidia
contro una margherita
nata per caso
in vaso di cristallo...

solo l'uomo
come la canna
del lago
muta linguaggio
ad ogni vento..

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 13/05/2011 20:11
    Veramente piaciuta ed apprezzata, un plauso dunque per questa tua veramente bella
  • Anna Raccardi il 13/05/2011 17:59
    complimenti bellissima poesia
  • Anonimo il 13/05/2011 15:51
    Bella questa poesia... molto piaciuta. Il paragone tra la solidità del messaggio della natura in contrapposizione al linguaggio umano... anche della donna, aggiungo io... ciaociao
  • Hila Moon il 10/05/2011 10:14
    Bellissime metafore per descrivere una grande verità! Piaciutissima!!!!
  • Anonimo il 10/05/2011 07:55
    bellissima poesia... tanti complimenti.. Ste
  • Giacomo Scimonelli il 10/05/2011 07:54
    ''... solo l'uomo
    come la canna
    del lago
    muta linguaggio
    ad ogni vento..''

    i miei complimenti regina delle metafore
  • Aedo il 10/05/2011 00:45
    Sì, l'uomo è come una canna, che muta linguaggi e prospettive. È questa la debolezza dell'essere umano. Bellissima poesia!
  • Anonimo il 09/05/2011 22:45
    Poesia vera e STUPENDA. Lor sei bravissima bacioni
  • Claudio il 09/05/2011 21:36
    davvero stupenda complimenti
  • franco picini il 09/05/2011 21:02
    In pochi versi eleganti la messa a nudo dell'umana debolezza. L'incostanza del proprio essere e la mutevolezza dei propri principi, spesso venata dall'egoismo, posti dinnanzi alla schietta e sincera fermezza della natura. Metafore evocative, grazie a chi le ha sapute cogliere così mirabilmente bene.
  • laura marchetti il 09/05/2011 20:46
    piena di verità con la tua eleganza innata che contraddistingue il tuo verseggiare... bravissima Lor
  • Attanasio D'Agostino il 09/05/2011 20:21
    Metafore stupende, come è stupenda la natura nei suoi linguaggi sempre veri
    l'uomo dondola il suo dire
    perchè l'egoismo vuol seguire
    un caro saluto sorellina
    Lucia e Tanà.
  • Anonimo il 09/05/2011 20:09
    Molto bella e vera Lor. L'uomo ha molti linguaggi che muta a seconda della direzione del vento, ma non cecessariamente dev'essere un vento. A volte basta anche una soffiata, uno spiffero dietro l'orecchio. Su tutti, comunque, domina il linguaggio dei quaquaraquà... oramai impera in ogni sito della terra.
  • Alessia Torres il 09/05/2011 20:04
    Che bella questa descrizione di linguaggi inediti e traslati...!
  • Vincenzo Capitanucci il 09/05/2011 19:30
    Sei una Margherita... in un vaso di cristallo..

    Brava L'Or.. mutevole è la lingua dell'uomo...
  • Elisabetta Fabrini il 09/05/2011 19:20
    Splendida... bellissime le immagini usate come metafore...
    Brava Lor!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0