username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Libecciata sul Romito

Nubi nere, onde verdi, vento teso.
Sole a sprazzi tra le navi.
Spuma che mi riga il viso.
Resto a stento sullo scoglio.

Guardo con invidia
i gabbiani che, immobili,
si librano sulle onde
fronteggiando il vento.

Affascinato rifletto
e la mia mente si perde
in tanta bellezza e
nella ricerca della verità.

Gli elementi scatenati,
incuranti delle mie miserie,
continuano a flagellare
la costa e la mia anima.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 15/04/2012 17:05
    Splendida... hai dipinto il paesaggio portandomi su quello scoglio...
  • Dora Forino il 19/06/2011 17:37
    Anch'io sono affascinata dai gabbiani, la mente s'invola,
    perdendosi in tanta bellezza.
  • Bruno Briasco il 15/06/2011 18:34
    Scritta molto bene pur nella tristezza che traspare evidente. Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0