username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ti cercherò

Butterò il bastone
che ora mi sorregge.

Ancora incerto il passo
nel cammino
che verso te mi conduce
mio Amore.

Zoppa e cieca
mi ha reso la delusione
più non trovo la via...

Ma un giorno
verrò a cercarti
sospinta dall'eco
di un gabbiano solitario
in cerca di scogliere
per nidificare
e deporre nuove uova.

Per te
intonerò le corde del violino
e sarà rapsodia
in trilli argentini
a riempire
l'aria d'allegria
come il canto all'alba
degli usignoli
sopra i rovi fioriti.

Raccoglierò
le grida disperate della notte
ed i venti del dolore
sigillandoli nel vaso di Pandora
così che amandoci
altro non temeremo.

Sarà carezza lieve
di zefiro
la nostra primavera.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Grazia Denaro il 21/01/2012 02:24
    Versi stupendi, profondi e ben esplicati, brava!
  • Anna Raccardi il 13/05/2011 17:54
    loretta, molto bella, complimenti ciao
  • Anonimo il 13/05/2011 16:53
    bella loretta... lo cerccherai sospinta dall'eco di un gabbiano in cerca di scogliere... immagini piene di amore complimenti
  • Anonimo il 13/05/2011 16:10
  • Don Pompeo Mongiello il 13/05/2011 11:49
    Troverai quel che cerchi, ad aspettarti nel tempo, poiché ogni sacrificio al fine sarà ricompensato. Bellissima comunque questa tua
  • Maria Rosa Cugudda il 13/05/2011 11:31
    versi stupendi, eleganti e profondi!
  • Anonimo il 12/05/2011 22:57
    Coraggio Lor, gli zoppi cammineranno e i ciechi vedranno... hai buone speranze amica mia!
  • laura marchetti il 12/05/2011 22:53
    una continua ricerca.. il fine stesso della vita... sei davvero brava
  • Elisabetta Fabrini il 12/05/2011 21:37
    Che bello quel soffio di vento che saprà di primavera!!
    Bellissima Loretta, brava!
  • karen tognini il 12/05/2011 19:48
    Bella... bella... bella...
    Raccoglierò
    le grida disperate della notte
    ed i venti del dolore
    sigillandoli nel vaso di Pandora
    così che amandoci
    altro non temeremo.

    Sarà carezza lieve
    di zefiro
    la nostra primavera
  • Anonimo il 12/05/2011 19:00
    Bellissimi versi cara Lor. Bravissima
  • Teresa Tripodi il 12/05/2011 18:31
    Raccoglierò
    le grida disperate della notte
    ed i venti del dolore
    sigillandoli nel vaso di Pandora
    così che amandoci
    altro non temeremo.

    Bellissima speciali i versi che sopra ho riportato... complimenti
  • Ada Piras il 12/05/2011 18:11
    BRAVA Loretta, molto bella
  • Claudio il 12/05/2011 17:41
    molto bella complimenti!!
  • Anonimo il 12/05/2011 17:36
    Bellissima
  • teresa... il 12/05/2011 17:16
    M E R A V I G L I O S A bravissima!! ho sentito le corde del violino un bacio e complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0