PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Urla lontane perse nel vento

È un ramo spezzato
senza più linfa
di
urla lontane
perse nel vento

Bambini gonfi
speranze vane...
nati per caso
nella casa di fango

nati da madri
magre di tutto

Paesi lontani...

Terra bagnata
da lacrime asciutte

Lacrime amare
bagnano il mare
son
lacrime scure
luci del cuore

Sorrisi di vento
sorrisi tristi
sorrisi d'amore

Sogni d'oro
in terra di tutti

son
mere illusioni!

 

l'autore karen tognini ha riportato queste note sull'opera

Dedicata a tutti gli emigranti che sbarcano con i loro sogni in Italia... pensando di trovare
lavoro... casa... tranquillita'...


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 01/07/2012 12:11
    Magnifica... nel versi... nel suo fluire... nel "messaggio"! MI PIACE!
  • Simone Scienza il 16/05/2011 10:43
    Urla del vento che spazzano speranze,
    salato il mar di lacrime
    nelle sue tristi danze.

    Ottima Karen un urlo impossibile da tacere
  • Don Pompeo Mongiello il 16/05/2011 09:25
    Un plauso sincero per questa tua veramente bella!
  • Falco libero il 15/05/2011 15:44
    Mere illusioni... Forse.
    Bellissima Karen sempre brava
    Ciao
  • Anonimo il 15/05/2011 08:08
    Più malinconica del solito! Però in fondo fin quando non ci rendiamo conto che è una illusione, siamo felici di quell'attesa... bravissima, Karen
  • loretta margherita citarei il 14/05/2011 21:51
    triste ma vera e profonda, complimenti
  • Elisabetta Fabrini il 14/05/2011 21:47
    bellissima... tristemente vera!!
    Bravissima Karen!!!
  • Anonimo il 14/05/2011 21:22
    Dolce e sensibile Karen, condivido con te... poesia vera, bella. Brava
  • Cinzia Gargiulo il 14/05/2011 20:51
    "... son
    mere illusioni!"...
    Ahimè, temo proprio di sì.
    Bellissima poesia denuncia...
    Un abbraccio...
  • Pietro Chiabra il 14/05/2011 20:23
    Credo che molti anzi la maggiorparte non sanno neanche i rischi che corrono facendo la traversata con barconi obsoleti e privi di ogni organo di sicurezza.
    Un testo crudo forte verità che sono nascoste e solo un poeta che ha nel cuore la vita può far uscire dal suo cuore. Karen è un'autrice che sa dove vuole arrivare quando poggia la sua penna su di un foglio.
  • Anonimo il 14/05/2011 17:40
    Mi sembra che la chiusa racchiuda il senso di tutto!
  • Giacomo Scimonelli il 14/05/2011 17:33
    versi delicati e veritieri... condivido i tuoi pensieri
  • Ada Piras il 14/05/2011 15:56
    Bravissima, molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 14/05/2011 15:49
    è un ramo di linfa spezzato...è una barca.. è un uomo che non trova più risorse per sopravvivere nel Suo Paese.. d'urla lontane.. (ma così vicine )cercano sogni d'oro.. in Terre di Tutti... Mere illusioni... in luci del cuore...
    Nati da Madri magre di Tutto... fuorché di sofferenza e amore...
    Meravigliosa Karen... hai una mano magica... per descrivere la debolezza dei nostri cuori..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0