PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chi

Chi
saprà giocarsi questa vita a testa o croce
disteso sulla zattera di cera
immerso nell'immenso
alla mercè del mare
e il sole a picco
che preme gli occhi ciechi color sale
mentre la terra ferma passa inosservata

chi
se nella nebbia sibila la pioggia
al vento sottomesso
quando, dell'isola scompare già il profilo
chi mai potrà fermare la sua corsa
dritta all'ignoto
nelle rapide del tempo
senza remi
nè le promesse vesti per l'inverno
senza più ali di gabbiano
e vele tese

nella marea che alza le barriere
starò inerme
affacciata all'orizzonte mai sfiorato
ricordando
tirando storte rette fra i miei sogni intrisi di salmastro
tremuli lumi senza filo
lontani dalle rotte conosciute
ori incastonati all'universo della mente
come stelle.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • ELISA DURANTE il 15/05/2011 11:04
    Una poesia che sprigiona una grande energia. Complimenti!
  • nicoletta spina il 14/05/2011 22:59
    È questo il viaggio un po di tutti nella marea della vita... quando l'ignoto è l'attimo che viene dopo il presente... e domani ci aggrapperemo alle stelle... al sogno.
    Bellissima!!
  • franco picini il 14/05/2011 22:07
    Un viaggio verso l'ignoto, navigando attraverso ambienti simili a stati esistenziali, su di una zattera di cera, lungo rette storte e idee o sogni che luccicano come oro. Un viaggio indefinito e indefinibile, molto simile alla vita. Bella ed evocativa. Un saluto!
  • loretta margherita citarei il 14/05/2011 21:41
    ottima, imbarcarsi verso l'ignoto significa anche un grande cambiamento di vita, complimenti, buona domenica, 1 bacione
  • Aedo il 14/05/2011 20:21
    Affrontare l'ignoto rappresenta una sfida, che può dare un senso importante alla nostra vita. Non dobbiamo mai smettere di sognare. Bella poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0