accedi   |   crea nuovo account

Un giorno qualunque

non sapevo che sarebbe
stato l'ultimo giorno
sereno della mia vita -

sembrava un giorno qualunque,
casa e lavoro,
lavoro e casa
ma al rientro
tu non c'eri,
per ore ho aspettato una
telefonata, un'avviso-

te ne sei andata
con pochi oggetti,
hai lasciato
tutto in ordine
ma hai frantumato
il mio cuore -

l'amore è volato via
da stanze tristi,
notti insonni,
occhi che non si cercano
più-

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Enrico Cestaro il 24/05/2011 19:04
    di quel "più" finale, sarebbe interessante saperne il peso.
  • Anonimo il 19/05/2011 21:33
    mi spiace grazia... ti abbraccio brava per lo scritto
  • angela testa il 15/05/2011 22:56
    emozionante da leggere ,,,,,,
  • Sergio Fravolini il 15/05/2011 18:41
    Occhi che cercano... molto bella.

    Sergio
  • Bruno Briasco il 15/05/2011 13:10
    "... occhi che non si cercano più"... una sotoria che purtroppo si ripete troppo spesso e che fa piangere anime ferite nell'intimo. Ti sono vicino
  • Anonimo il 15/05/2011 10:43
    A tratti adotta termini poco poetici e le rime sono forzate... se è un storia vera hai tutto il mio affetto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0