username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Rubino

23. 00, il locale è aperto
Il mio vizio del bicchiere
Mi scosta dal passato
Le mie ossa stanche
vecchie, adagiate su antico legno
Intorno... stessa gente,
nessun silenzio.
Uomini distinti cercano amori
Dimenticando radici nel bordello
D'un tratto, luce eterea,
i tuoi capelli di rubino rosso
La tua voce susseguirsi di emozioni
I tuoi gesti in bicchieri di parole
Sono inebriato fulmineo amore
Brevi istanti nella mente ci uniscono In destino
di fiori e farfalle il tuo vestito
Di bosco la tua essenza
e mi pare così vivido il ricordo
mi avvicino, ti dono una carezza
come bolle di sapone
l'infrangersi del bicchiere
mi riporta alla realtà
cosa darei per tornare al momento che precede
l'annullarsi del maledetto bicchiere
torna da me estasi di rubino
lascia che in questa vita ti conosca come amore
non dirmi però che sei finzione
fervido volo di immaginazione
se così fosse fammi volare
preferirei questo male
ad un definitivo addio
preferisco sperare mio rubino
che perdermi nell'oblio.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 16/05/2011 21:53
    Grande trasporto in questa lirica splendida e vera. Sei bravissima
  • Bruno Briasco il 16/05/2011 19:50
    Molto bella con una chiusa fantastica.
  • Giuseppe Bellanca il 16/05/2011 14:18
    versi molto belli ed intensi ricchi d'immagini riversi emozioni brava
  • teresa... il 16/05/2011 12:46
    Salvatore grazie del commento, sono lieta di ciò che hai scritto, e lo sono doppiamente perchè ti leggo spesso e comprendo la sensibilità che si cela dietro ai tuoi versi ironici un abbraccio stammi bene buon prosieguo!
  • Anonimo il 16/05/2011 11:08
    Sei molto brava a trasmettere sensazioni e impressioni che fanno riflettere.
  • Sergio Fravolini il 16/05/2011 10:21
    "ti dono una carezza" ...
    Descritto in maniera maniacale l'incontro con un amore bellissimo.
    ... mi piace.

    Sergio
  • karen tognini il 16/05/2011 09:56
    È meravigliosa.. poesia vera intrisa d'effetti che lasciano il lettore affascinato...
    brava Teresa...

    lascia che in questa vita ti conosca come amore
    non dirmi però che sei finzione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0