accedi   |   crea nuovo account

Amai

Amai di te la mente
gli occhi profondi persi all'orizzonte
dove sfioravi i temporali con le dita
tanta era la forza di graffiare spigoli di vita
che mai colsi

amai di te la smania d'euforia
l'ebrezza della corsa
la virgola di luna che ci spiò velata testimone
quella sera
attorno al cuore

amai
senza fermare il tempo che soffiava
dal primo a questo giorno vano
che dubito di me
e del sogno che mi strinse fra le braccia
donando di se stesso
solo l'orma
per sempre e ancora mia
vuota d'amore
gelata come brina nel riflesso di gennaio.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 25/04/2012 10:38
    Bella! La memoria e l'amore...
  • Anonimo il 16/05/2011 21:34
    il ricordo di un amre molto bellao... bella poesia
  • Sergio Fravolini il 16/05/2011 18:42
    Molto molto bella mi piace.

    Sergio
  • loretta margherita citarei il 16/05/2011 18:18
    splendida, l'amarezza di un amore tanto amato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0