accedi   |   crea nuovo account

Dimenticherò

il male
da te subito
è un nero corvo..

nel campo della mia memoria
rivolta le zolle
rubando
i semi del grano
seminati
nella rassegnata pace
arata e sofferta
per dimenticarti.

Vano
è stato l'aver messo
lo spaventapasseri a loro difesa...

a volte irrompi
nella mia mente
accendendo un dolore
pari all'intensità
con cui ti ho amato.

Occorrerà altro tempo
perchè raccolga
spighe dorate
e gustare
il pane della dimenticanza.

Sarai allora
l'azzurra lacrima
di un fiordaliso.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 18/05/2011 17:50
    Stile inconfondibile che porta la firma di una vera poetessa. Complimenti vivissimi!
  • Anonimo il 18/05/2011 13:11
    bellissime metafore... da te descritte con vera maestria loretta molto bella e tu sempre brava
  • Anonimo il 18/05/2011 11:53
    .. molto bella...
  • Giacomo Scimonelli il 18/05/2011 05:47
    bella.. bella e bellla
  • Anonimo il 17/05/2011 22:26
    Accidenti Lor, ti presto una lupara al posto dello spaventapasseri... vedrai che funziona meglio!
  • Valeria Lombardozzi il 17/05/2011 22:24
    ... a volte irrompi nella mia mente..."anche in questo momento che non stavo suonando per te... ESCI FUORI DA ME" (V. R.) Sarai allora l'azzura lacrima di un fiordaliso... chiusa bellissima... molto delicata e dolce
  • Attanasio D'Agostino il 17/05/2011 21:51
    è stupenda dolore e amore si affronteranno sempre
    un caro saluto Lucia e Tanà.
  • Anonimo il 17/05/2011 19:18
    splendida
  • Auro Lezzi il 17/05/2011 18:26
    Il pane della dimenticanza spero ti sazi presto Loretta mia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0