username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La macchia

la macchia non chiede consensi
fitta s'infiltra
insinua ovunque la sua biforcuta lingua
ti concede averi
ti compra col sesso
ti paga la cena
qual'è il prezzo?
un anima in pena.
Si fa largo con le zanne,
prende ciò che c'è da prendere
senza lasciar niente.
arterie di petrolio filtrano
sangue nero
turbamento nella mente
ataviche lingue
ed orrori nel pensiero
incontri di demoni danno potere.
non ho più presa sul corpo che possiedi
ti ho sempre negato,
mai invocato
lasciami!
lasciami
Ora che di me hai profanato l'anima ed il cuore
lasciami ora che la LUCE mi concede un'opportunità
Ora che schiere di arcangeli mi accolgono
lasciami.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 19/05/2011 07:16
    bellissima la chiusa
  • Anonimo il 18/05/2011 23:02
    bellissima poesia Salva.
  • Anonimo il 18/05/2011 19:57
    Sei molto brava Teresa, complimenti. I tuoi versi aprono l'anima
  • teresa... il 18/05/2011 19:39
    grazie a tutti... salvatore uh che complimentone che mi hai fatto grazie davveroo bacio!
  • Anonimo il 18/05/2011 18:29
    Oggi, in nome di Zorro e di coloro che dicono senza dire, dico che la tua poesia esprime tutto il talento e la sensibilità dell'autore.
  • Don Pompeo Mongiello il 18/05/2011 17:42
    Un plauso sincero per questa tua splendida!
  • Sergio Fravolini il 18/05/2011 17:33
    Turbamento della mente... la macchia molto bella.

    Sergio
  • Anonimo il 18/05/2011 16:10
    ricercatissime parole che denotano un forte senso del buon gusto e tanta sensibilità... bellissima
  • Anonimo il 18/05/2011 15:28
    ... cara Teresa... segui quella luce... vedrai andrà bene... la luce vince sempre sulle temebre... ciaooo
  • silvia ragazzoni il 18/05/2011 14:49
    Teresa semplicemente meravigliosa.. mi è piaciuta tanto la chiusa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0