username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nemica di me stessa

Il nostro sentimento liquido
È protetto da solide pareti di menzogna.
Il mio cuore vestito di rovi più non sanguina
il gelo delle tue parole ha sottratto linfa all'anima
E mi accorgo che non esistono stagioni
E mi accorgo di non riuscire a respirare
E mi accorgo di non riuscire a deglutire
anche l'acqua che bevo mi fa male.
vivo nel silenzio del mio tormento
Ho paura della mia stessa ombra.
In passato ho preferito
Non scegliere,
Non rischiare,
Non oppormi
Ed ora è tardi.
Non sempre è dato rimediare.
E adesso muoio del mio stesso male.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • teresa... il 19/05/2011 19:11
    ti è piaciuta la coppa salvatore? solo tu te ne sei accorto!
  • Anonimo il 19/05/2011 19:07
    Una poesia ch'è un capolavoro dal punto di vista visivo. L'autore fa un'analisi del suo vissuto, delle proprie esperienze.
  • Anonimo il 19/05/2011 18:33
    Non scegliere,
    Non rischiare,
    Non oppormi
    Va bene per quello che è stato, ma è la base per non ripeterlo in futuro.
  • loretta margherita citarei il 19/05/2011 17:31
  • Anonimo il 19/05/2011 15:09
    Anch'io ero nemico di me stesso, poi ho capito che se non mi amo io non mi avrebbe amato nessuno... ora mi adoro, alla faccia di chi cerca continuamente di smontarmi. Molto bella la tua lirica, bravissima
  • Sergio Fravolini il 19/05/2011 15:07
    Ottima riflessione. Mi piace.

    Sergio
  • Anonimo il 19/05/2011 09:06
    ... mi ripeto brava brava... quanto sento mie queste parole... in fondo noi siamo il frutto delle nostre scelte, giuste o sbagliate ma è così... credo però si debba sempre sperare di potere rimendiare agli errori commessi... lo dico a te... per dirlo a me stessa... brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0