accedi   |   crea nuovo account

Fra le dita

Vorrei l'inferno
pur di levarmi questo gelo che mi ustiona
nel vuoto che attecchisce fra le dita,
è il nulla
eppur mi schiaccia
e sotto i piedi
trattengo ferma l'ombra
del tuo passo
nell'assordante eco della fuga vile e pretestuosa,
aspettando di destarmi dalla vita
incubo costante
da chè manchi
da chè il rifiuto del rifiuto
è una condanna
che macchia la mia anima di seta
pochi stracci
senza peso
tarlati di rinuncia estorta con l'inganno

e qui
dov'è fitto silenzio senza quiete
c'è deserto.

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/04/2014 12:23
    Ti riscopro anche qui e scopro il tuo soffrire, che è simile a quello di tante persone deluse ed illuse da falsi amori. Ma nel cuore di chi ha amato rimane sempre una traccia profonda anche se spesso è una traccia di desolazione e di deserto!

6 commenti:

  • Bruno Briasco il 29/05/2011 10:48
    Diretta... bravissima!
  • denny red. il 24/05/2011 03:10
    Fra le dita..
    aspettando..
    e qui..
    c'è deserto.
    Bella!! Bel Titolo, Bei versi!!
    Bravissima!!! Kiara.

  • Giacomo Scimonelli il 23/05/2011 09:42
    veramente bella... scritta chiaramente... piaciuta
    ottima chiusa
  • Anonimo il 22/05/2011 18:29
    Sembra di rivivere le immagini e le sensazioni da te descritte. Poesia molto bella e vera.
  • Anonimo il 22/05/2011 18:22
    ''e qui
    dov'è fitto silenzio senza quiete
    c'è deserto.''

    Splendida
  • Sergio Fravolini il 22/05/2011 12:48
    Molto bella mi piace.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0