PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Consolazione

Una luce che intravedo in lontananza
il pianto di una donna in una stanza.
La vita che si spegne lentamente
l'amore che si perde tra la gente.

Un vecchio visse circa novant'anni
tra pene enormi, spasimi ed affanni.
Morì senza una prece e senza un fiore
senza che gli fu dato un po' d'amore.

In Iraq e nel medio oriente invano
si uccide sulla terra il seme umano.
Gettando le famiglie nel terrore
mietendo l'odio al posto dell'amore.

Giace una mamma morta per la guerra
un bimbo solo la piange sulla terra.
Una donna lo consola per la via
anch'essa fu madre, la madre del Messia!

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Igina il 21/12/2012 15:54
    Versi profondi e intensi le cui parole richiamano alla mente le ingiustizie di questo nostro mondo... ove mille cose sarebbero da rifare... la religiosità dell'ultima parte è meravigliosa... Sempre bravissimo!!!!
  • white oleander il 23/06/2008 15:51
    Bella.. religiosa.. realistica.. veritiera...
  • alfonsa palacano il 14/03/2008 22:20
    Riflessiva meravigliosa poesia che trasuda malinconia... profondi struggenti versi sul terrore per le guerre.. che destano emozione..
    grazie per averla con noi condivisa
    Mi complimento con Te.
    Un caro saluto -
    Alfonsa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0