username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

come corpi celesti by Ka-Gi

Solo uno scorcio di luna
mi e' concesso,
in questa notte
di ombre buie e tempestose.
Vibrano i miei sensi
come frecce lanciate nel vuoto;
senza meta
e quasi senza scampo.
 
All’improvviso un lampo
del colore della seta,
illumina il dolore per me già noto,
perché lo so, che tu, più non mi pensi!
Le tue parole, ora vane e pretestuose,
mi porteranno ad altre rotte,
e della tua fuga vedo il nesso;
mai più mi fiderò, mai più, di nessuna!

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 22/05/2008 18:28
    hey questa la so... ma così baro scoprendo che è scritta in 2... il mio commento già lo conosci bau bau
  • sara rota il 09/05/2007 15:23
    La fiducia non deve mai essere persa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0