PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La salita

Quanto percorso ho fatto e quanto ancora
ne dovrò fare per arrivar la dove
l'animo mio stanco ancora ignora,
dove c'è tanto sole e più non piove.
Ci arriverò magari non so quando
stremato, col sudore nella fronte
e il cuor che batte ancor di più che a mille,
e salirò senza nessun lamento
fino a raggiungere la cima del monte
dove sopra di me solo le stelle
per darmi pace in fine del tormento
e abbeverarmi alla migliore fonte.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Maurizio Fratacci il 01/06/2011 22:29
    Grazie
  • Anonimo il 30/05/2011 06:32
    Ricorda molto da vicino la conclusione dell'Inferno dantesco. Bella, raffinata e toccante.
  • Ada Piras il 29/05/2011 21:14
    Piaciuta molto, bella
  • Anonimo il 29/05/2011 19:50
    molto bella... metafora ben costruita... raggiungere la pace la fine dei tormenti complimenti maurizio
  • anna rita pincopallo il 29/05/2011 16:53
    mi piace come scivi bravissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0