accedi   |   crea nuovo account

L'amore è vita

Come il Principe delle maree,
aspetterò che calmi il Maestrale
e che il tuo cuore,
mosso come il mare,
gonfio di amore,
spesso,
solo sesso,
plachi la sua brama di arrivare.

Aspetterò
seduto nella rena,
sul bagnasciuga;
il mare tra le gambe
lo sguardo all'orizzonte;
le ore senza tempo.

E calerà il Maestrale.

La sabbia sarà sparsa di detriti
che il mare avrà sputato,
pezzi di vita, sensi atrofizzati,
gusci vuoti;
cibaria di mostri voraci,
uccelli rapaci.

Conchifero sarai,
là,
sulla sabbia;
io ti raccoglierò.

Ti porterò alle labbra,
soffiando tutto il fiato
che avrò in gola
attenderò
l'eco del tuo cuore.

E con amore
nuava vita avrai.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0