accedi   |   crea nuovo account

Padre

Si avvicina lenta la data del tuo natale
a molto tempo fa risale
vecchi screzi, vetri in mille pezzi
non mi eri vicino, oggi capisco
anch'io ho un bambino.
Vorrei che lo vedessi, ha gli occhi tuoi, gli stessi
neri intensi,
tu da quel cielo azzurro, ricordati aspetto un tuo sussurro
ti aspetto ogni notte per parlarti del mio bambino

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Laura Raggio il 31/05/2011 21:27
    Dolcissimissima Isaia, tenerissima struggente eppur poche frasi, parole, ma tanto sentimento... cioa.. cioa
  • loretta margherita citarei il 31/05/2011 20:44
    dolce
  • laura marchetti il 31/05/2011 16:13
    di una dolcezza unica... diventando padri crescono anche i rimpianti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0