PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I fiocchi di neve

I disegni di ghiaccio sui vetri, che sembravano dei quadri perfetti,
le colline, le case, gli alberi e moltissimei altri oggetti.
Io, piccola, cercaì di capire chi poteva essere quel gran pittore?
Mi preoccupai che sentisse freddo, lavorando fuori per tante ore.

Chiesi a mia madre:
- Chi è che disegna quelle cose sulle nostre finestre?
Lei rispose:
- è Babbo Natale che ci sta preparando per le feste.
Devi fare la brava bambina se vuoi ricevere dei regali,
Babbo Natale non porta nulla ai bambini che si comportano male.

Pensai: "ecco chi ha realizzato quei bellissimi quadri.
Non ci sarai mai arrivata se non me lo avesse detto mia madre"
Mi sentiì sollevata e con gran gioia nel cuore
capiì:che se il pittore era Babbo Natale
non avrebbe mai avuto il raffreddore.

I fiochhi di neve cadevano, coprendo la terra di bianco,
Guardavo alla finestra con mia madre a fianco.
La vita era serena e semplice, avvolta nella magia,
Ora è solo un ricordo, pieno di nostalgia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 04/08/2011 15:04
    Sempre così! Ma quei ricordi riempiono la nostra vita e riusciamo a sopportare il presente. Ti abbraccio!
  • Anonimo il 05/03/2010 13:39
    Gli ultimi due versi arrivano improvvisi, ricoprendo la poesia di infinita ( e bianca) malinconia. Мне это нравится.
  • Rita P il 19/04/2008 18:46
    Bei ricordi di bambina! Ciao Tania, scrivi proprio bene.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0