PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Veglia

Contaminato dal nulla
ogni santo giorno
in attesa del consenso,
guardo in mezzo al nulla
pieno
del vuoto,
Il vuoto!
Lo bramo, cerco
ma son grigi sguardi.
La notte striscio,
tra alieni mostri
per capire il senso,
nel mio dissenso.
Quel ghigno mostro
da sotto il letto.
Son sveglio.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • roberto caterina il 26/08/2011 08:52
    Bella la poesia, molto attuale purtroppo... sulle votazioni io ben difficilmente do voti, ma l'autore mi sembra possa scegliere di non essere votato, se vuole...
  • Enrico Cestaro il 01/06/2011 17:46
    non mi soddisfa la superficialità all'interno del sito, che permette di dare votazioni senza alcuna motivazione. É la morte espressiva. In base a quale criterio date 5 stelle piuttosto che mezza? Che con leggerezza ci si permette di fare questo? É spaventosa, e pressoche inutile, anti costrutiva. Esprimetevi! Dare un voto con questa leggerezza, é innanzitutto una mancanza di rispetto nei confronti dell'autore, ridicolizzando l'opera, quasi fosse un fenomeno da vetrina.
  • Anonimo il 01/06/2011 10:32
    Bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0