accedi   |   crea nuovo account

Mani

Le parole sfumano
ed ecco il silenzio.

Infinito presente
forse per ridere
di ciò che scrivi.

E adesso
in questo attimo eterno
dove non trovo sogni.

E non so quante volte
io strazziato d'amore
mi lascio andare negli affascinanti tormenti
che m'uccidono.

E io
debole e arreso ho guardato affranto
quella mano leggera
che m'accarezza il capo.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 19/04/2014 14:57
    Malinconici e dolci versi. Davvero molto bella

3 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2011 22:33
    Molto bella e sentita. Bravo Sergio

    Ps... pure io sono nata il 11. 01... solo che sono più vecchia di te!
  • silvia ragazzoni il 01/06/2011 21:59
    bella da commuovere
  • Giacomo Scimonelli il 01/06/2011 16:08
    triste e malinconica... anche in questa opera la tua firma è ben visibile... piaciuta ed apprezzata... commovente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0