accedi   |   crea nuovo account

Sa femmina accabadora la conducente

Il cielo era grigio plumbeo,
la pioggierella fine e fastidiosa
non vi era chiasso per le vie,
rumori attenuati da una giornata uggiosa,
freddo e tagliente il vento,
ti penetrava dentro raggiungendo la mente,

alla fermata poca gente

impaziente

arrivo' la linea 5 ma non si fermo',

fu clemente.

Moribondi, zoppi, e giullari di corte fecero festa

domani che importa,
se la vita ci riservera' un'altra sorte,

sara' Sa femmina accabadora che ci portera' alla bonamorte

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • karen tognini il 01/07/2011 23:35
    Mi è piaciuta.. ha un bel ritmo... ma l'accabadora che è ?...

    Ciao...
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/06/2011 09:48
    Devo essere sincero, non posso pronunziarmi perché non conosco il significato di "accabadora ".
  • Giusy Lupi il 01/06/2011 23:58
    Molto originale bella, ciao alla prossima Giusy
  • loretta margherita citarei il 01/06/2011 21:51
    originale, piaciuta molto
  • Cinzia Gargiulo il 01/06/2011 20:21
    Particolare.
    Piaciuta!...
  • ELISA DURANTE il 01/06/2011 19:02
    Realtà della tradizione in versi dal sapore surreale...
  • Anonimo il 01/06/2011 18:58
    Bella...
    un caro saluto

    Fen

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0