accedi   |   crea nuovo account

Solo amore

Tu figlio,
che ne sai di me?
Delle mie lacrime
del mio dolore
delle mie ansie
delle mie paure
dei miei attimi di felicita'?
Io che sono tua madre
ti leggo nel cuore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • salvatore maurici il 26/03/2012 00:41
    "Per ogni attimo che la vita/mi ha regalato/ non smetterò mai di amarti, di aiutarti a crescere nel mondo. Drammatico e mai risolto problema genitori e figli. Oggetto della bellissima e drammatica poesia di Francesca è l'Amore- L'amore senza limiti e senza contropartite, l'amore che avvolge e che tutto copre, l'amore che viene ancora prima della propria vita e che nel suo piccolo cantuccio dove a volte cerca rifugio aspetta che l'Altro si accorga di questo sentimento e e ricambi con tenui messaggi d'affetto cosicché la madre possa rinnovare le proprie energie ed attenzione.

15 commenti:

  • Anonimo il 24/07/2012 15:11
    Mi pace molto, così semplice, così diretta, così vera. Ci sono cose che non si possono spiegare, credo: e una di queste è il mistero dell'essere genitori (madre, ma anche padre).
  • laila il 29/05/2012 21:23
    I figli sanno molto di più di quanto dicono, l'amore profondo li fa tacere. Ciao
  • Anonimo il 25/05/2012 18:29
    Poesia incisiva e diretta. Coinvolto particolarmente nell'emozione dei versi ma soprattutto in quei punti domanda che sollecitano il mai sufficiente amore dei propri figli.
    Ciao
    Aurelio
  • Anna Rossi il 05/09/2011 10:45
    parole che sparano al cuore. seppur breve lirica è incisiva la domanda.. e il finale dice un mare di parole.
  • giuseppe laurora il 20/07/2011 00:53
    brava l'amore di una madre non ha paragoni
  • Antonia Iemma il 17/07/2011 13:01
    che ne sai delle mie lacrime e non deve saperle, stargli accanto indicargli la via ma libero di scegliere.
  • Bruno Briasco il 16/06/2011 08:41
    Lasciami scherzare un po' Francesca per alleggerire la situazione. Socrate disse che "la più grande gioia che un figlio possa dare... è nove mesi prima di nascere". eheheh... -------------
  • ELISA DURANTE il 11/06/2011 19:10
    Il rapporto madre figlio non può essere paritario o per lo meno è molto difficile che lo sia...
  • Libera Mastropaolo il 04/06/2011 13:40
    Verissima la tua poesia: una mamma conosce l'intimo più profondo di ogni figlio. Piaciuta lirica.
  • Giacomo Scimonelli il 04/06/2011 00:12
    molto bella Francesca
  • Vincenzo Capitanucci il 03/06/2011 11:16
    Bellissima Francesca.. le Madri leggono nei Cuori.. come Dio..
  • Anonimo il 03/06/2011 07:30
    Verissimo. Quante volte l'ho pensato anch'io. Noi siamo pure donne, non solo mamme, con i nostri desideri, i nostri sogni, le nostre paure, le nostre insicurezze... la voglia di essere amate, capite, protette.
    Poesia bella e significativa.
  • Sergio Fravolini il 03/06/2011 06:38
    Breve e incisiva. Mi piace.

    Sergio
  • loretta margherita citarei il 02/06/2011 20:53
    splendida, complimenti francesca
  • Don Pompeo Mongiello il 02/06/2011 20:18
    Eppure quel figlio sa più di quanto tu non sai, per nove lunghi mesi è stato parte integrante del tuo corpo, il distacco poi ed il taglio ombelicale, non lo hanno mai del tutto da te staccato, rimane parte integrante del tuo cuore, del tuo corpo. Bellissima composizione, ma mai disperare, i figli non dimenticano mai le madri

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0