PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nobile estrazione d'Amore

La parola poetica
è una parola solitaria

una vera fitta nel cuore

è
una parabola d'emittenza celeste
disegnata da un'onda in un sol getto

destinata sognata

avvolta
da fontane di luce
resta un oscuro
soggetto
nel mondo

un corpo estraneo sempre sconfitto

vive e vegeta in una goccia di deserto
s'incurva nel sole
aderendo con immenso Amore
a tutti i granelli di sabbia

amante di Tutti
si dona
in pioggia

maltrattata oltraggiata
capita da nessuno
si ritrae silenziosa
nel corpo ermetico della notte

è una duna segnata
voluttuosamente
dal destino in un volo di vento

vive per un sol essere

Ama con un solo immenso Amore

entrato nel Suo cuore nella arcana notte dei Tempi estrae dall'anima una luce chiamante

voci di diamante

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 03/06/2011 20:31
    Dopo aver dato la pappa a mio figlio ho pensato che questa non potevo lasciarmela sfuggire, bellissime "voci di diamante" Bella Vincé
  • angela testa il 03/06/2011 19:40
    un commento non serve... mi inchino poeta... meraviglie delle meraviglie...
  • Giacomo Scimonelli il 03/06/2011 18:12
    Nobile... come nobili i tuoi versi
  • loretta margherita citarei il 03/06/2011 17:41
    concordo con la tua teoria esposta, notevole cap
  • Anonimo il 03/06/2011 17:30
    ha ragione karen... mi unisco alle sue parole bravo
  • Anonimo il 03/06/2011 16:12
    Un diamante questa meravigliosa lirica. Bravissimo Vincenzo
  • karen tognini il 03/06/2011 11:55
    Vincenzo...
    Quello che scrivi è poesia pura per cuori puri...
    Sublimi emozioni...

    . Ama con un solo immenso Amore
  • silvia ragazzoni il 03/06/2011 11:49
    è straordinaria come te che riesci a scrivere poesie sempre più meravigliose!
  • STEFANO D'AMICO il 03/06/2011 11:32
    La parola poetica è una parola solitaria...
    un corpo estraneo sempre sconfitto...
    maltrattata oltraggiata...
    capita da nessuno...
    si ritrae silenziosa nel corpo ermetico della notte...
    Vincenzo la tua opera è un capolavoro... eccellente, complimenti
  • Nicola Saracino il 03/06/2011 11:09
    È una vera fitta al cuore... la puntura di un diamante nella notte di carbone...
    Ciao Vincenzo, un abbraccio.
    Nicola

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0