PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il bottino del caso

E già ti vorrei chiamare "amore",
principe,
eppure non so chi sei, non so nemmeno chi sono
ma sento una dolcezza
quasi materna
che mi avvicina a te,
timidamente impulsiva
nel dolce abbraccio blu
dei tuoi occhi
nel tuo sorriso così
sincero e morbido
un pianoforte di dolcezze stemperate
La mia vita cieca, terribile
ha catturato te senza motivo,
senza giustificazione
solo il caso che gioca con
le prede della sua maligna beffa.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Sergio Fravolini il 04/06/2011 06:45
    Chiamarti amore... quando io non so nemmeno chi sono.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0