PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Zeri

... e già tramonta l'alba...

è così stanco il giorno appena nato
d'assistere allo spegnersi nel gorgo silenzioso
di sogni parchi e cheti

non è di luci
nè di ricchezze da sprecare
che annaspando
si gioca il tutto, in alto mare
chi, per remi ha solo mani nere di paura
quando la fuga
è disperata perdizione

aggrappati a un sasso con i denti
con l'arroganza del preteso
noi
si fa la conta dei nostri posti al sole
mentre la notte
bianca polvere di gomma
sottrae numeri primi alla lavagna

pre e post mortem...
avanzi che saranno cancellati dalla somma

puri zeri.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 02/09/2015 08:01
    molto bella... complimenti.

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 04/06/2011 21:41
    ottima poesia sul sociale, complimenti, sempre al top le tue
  • Anonimo il 04/06/2011 14:41
    ''aggrappati a un sasso con i denti
    con l'arroganza del preteso
    noi
    si fa la conta dei nostri posti al sole
    mentre la notte
    bianca polvere di gomma
    sottrae numeri primi alla lavagna''

    Un applauso a 5 stelle
  • Sergio Fravolini il 04/06/2011 12:52
    Molto bella gli zeri...

    Sergio
  • Andrea (le tre Botti) il 04/06/2011 12:08
    Colpito... spero non affondato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0