accedi   |   crea nuovo account

Carpe diem

Basta un attimo
e hai finito

una vena che scoppia
e si chiude la partita

vivi la vita
assaporando l'infinito.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Grazia Denaro il 02/03/2012 14:52
    Vivere la vita assaporandola giorno per giorno!
  • Bruno Briasco il 06/06/2011 18:32
    Mai verità più vera caro Vincenzo.. godi l'attimo perchè non sai...
  • loretta margherita citarei il 05/06/2011 21:19
  • rosanna erre il 05/06/2011 15:05
    Vi, in queste ultime ti stai davvero superando
  • Ugo Mastrogiovanni il 05/06/2011 13:09
    Vicenzo Corbo prende spunto dal pensiero filosofico oraziano per ricordaci che la nostra condizione non ci permette di conoscere le vie del futuro ed è per questo che dobbiamo approfittare del presente. Nel verso precedente a carpe diem Orazio scriveva "Dum loquimur, fugerit invida aetas", una considerazione ancora più spinta e materiale. Corbo va oltre la temporalità del vivere oraziano, mira all'infinito, il che dimostra che la vita non va vissuta senza uno scopo, ma assaporata per il suo vero scopo: la vita eterna. Bravo Vicenzo, come sempre.
  • silvia ragazzoni il 05/06/2011 13:01
    bellissima Vincenzo.. poche parole che dicono tutto... bisognerebbe vivere la vita assaporando ogni attimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0