PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Intelletto

Leggero nel caos dell' assurdo,
danzerai nel mondo umano
mentre dentro di te
rimane il buio
che arde d'ignoto.

Una penna
tra le dita
della mia anima
stupore cosmico,

anelli incoronano
la tua luce rifulsa.
È magia.

Ed io qui

a cercare in ogni contatto
la consapevolezza di un valore
che, riflesso nella tua luce,
dà senso alla vita.

Ed io qui

Scompaio lento
dietro il bordo spento
di Luna che arpeggia
con le corde dell'anima,

mentre il mio intelletto
resta ad ascoltare
e lentamente si innamora
di questa musica

È ignoto ed insieme pace.

nettare dolce
che stempera l'amaro
di una realtà oscura.

Fradice parole senza senso,
scolpiscono in cielo,
con il loro volere, mentre tu,
intelletto t' inquieti.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 12/06/2011 11:51
    Un tormento interiore che si esprime attraverso parole d'inquietudine e travaglio della mente. Una bacio, bellissima...
  • Anonimo il 06/06/2011 20:34
    L'intelletto s'inquieta, diciamo che la ragione prende forma nella trasparenza e si ritrova un'anima. Mi piace.

    Ciao.
  • Aedo il 06/06/2011 00:24
    I riflessi dell'intelletto si espandono, arricchendosi dell'inconoscibile che può essere raggiunto e dell'immaginazione. Bella poesia!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 05/06/2011 21:03
    ottima, originale, complimenti
  • Maria Rosa Cugudda il 05/06/2011 15:29
    Opera profoda ed interessante,
    quando si scrive su valori o cose astratte
    il cuore gradisce molto!
    complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0