PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il verso del Paguro

Il Paguro Bernardo
o granchio eremita
a differenza degli altri granchi
ha il corpo sprovvisto di carapace
per questo vive
in una conchiglia di gasteropode.
Egli mai sfratta
ne tantomeno uccide
l'inquilino originario
della conchiglia
semplicemente si limita
a trovarne una gia vuota
abitandola e cembiandola
man mano che cresce
con una che meglio si confaccia
alla nuova dimensione.

Era
gia da tempo che Giuliano,
credo fosse un anno sano,
non usciva neanche per
la spazzatura.
Da quello stabbiolo popolare
con l'intonaco che pare
non voler più sopportare
quelle mura.

Gli occhi
gli ronzavano sul vetro
per fuggire ancora indietro
mantre il cuore si animava
alla rinfusa.
Lo ammansiva aver la chiave in mano
che gli rimandava in seno
la certezza della
serratura chiusa

"Non lo lascerò il mio guscio
neanche un momentino
non potrei voltare neanche
l'angolo giu al muro
fosse mai che qualche
disgraziato clandestino
ne approfitti
con il verso del paguro.

Angela
commessa marsupiale
imbandiva un baccanale
sopra gli scaffali del

123

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marcello Insinna il 13/06/2011 14:54
    Sicuramente in musica renderà di più. Mi pare di sentirla, cadenzata e ritmica!
    Divertente e... vera!
  • Stefano Cincinelli il 07/06/2011 07:45
    Questa è una delle mie canzoni, forse senza musica non rende bene. Comunque questa e un'altra ho provato a classificarle come racconto ma non me l'hanno accettate per incongruenza forse di impaginazione.
  • ELISA DURANTE il 07/06/2011 07:03
    Indubbiamente curiosa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0