PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il dilemma amoroso

Un palazzo dorato
nel buio di fiaccole accese
a salutare il Re
che vivo dalla lunga guerra,
per un amore, non suo, illegittimo,
verrà ucciso.

Nelle mie mani fluisce,
come fumo d'incenso,
sangue, è il mio?

Strazianti squarci
su tutto il mio corpo,
odo avvicinarsi liriche di un fato inatteso.


Quale pazzia m'ha portato a scontrarmi di nuovo?
Contro quale avversario tanto forte da uscirne sconfitto?

Eppure
vicino a me
ci sei solo Tu Santippe.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0