PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pioggia d'estate

A mezzodì e giù di lì,
il sole
di certo amico
non è;
le chiome
non carezza,
ma le teste
picchia
e arsura
porta.
E Chi
dall'alto,
l'Uomo
dimenticato
non ha,
proprio allora,
da la Sua dimora,
su la terra arsa
acqua refrigerante
in abbondanza
manda.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0