PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

No Logo

Apri i tuoi occhi: guardami.
Ti prego, dimmi chi sono.
I miei occhi non sanno più guardare,
le mie mani non sanno più creare,
la mia testa non sa più pensare.
La domanda non è "chi sono?",
ma "chi sono diventato?".
I miei capelli sono alla moda,
i miei occhiali sono alla moda,
i miei vestiti sono alla moda,
io sono alla moda.
Ma quando la moda passerà,
la domanda non sarà "chi sono?",
ma "chi sono diventato?".

Prendi la mia mano: accompagnami.
Ti prego, dimmi dove sono.
Le piazze sono vuote,
le librerie sono vuote,
i cinema sono vuoti,
i locali in centro sono vuoti.
Se mi guardo in giro,
la domanda non è "dove sono gli altri"?,
ma "cosa sono andati a fare?"

Vedo la morte della piazza nei centri commerciali di periferia,
vedo la morte dello sport nei palloni cuciti con la pelle dei bambini,
vedo la morte della musica nelle canzoni confezionate per MTV,
vedo la morte della vita nella cultura del marchio.
Apri i miei occhi, prendi la mia mano.
Ti prego, portami via.
Non voglio comprare l'arte al Virgin Megastore,
non voglio noleggiare le tue idee da Blockbuster.
Voglio dimenticare com'è fatto il denaro,
voglio imparare a pensare da solo.
Voglio imparare a essere un uomo,
non voglio essere un marchio che cammina.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 10/12/2011 11:36
    una poesia scritta molto bene, profonda e piena di significato condiviso. Il messaggio è chiaro: un desiderio che si fa protesta. Tutto e tutti marchiati, omologati, pubblicizzati. Il desiderio di una fuga da questà realtà fatta di mercato. Molto bella

1 commenti:

  • Anonimo il 14/07/2011 17:06
    questo è il secondo commento il primo non l'ha preso...
    Sii te stesso sei tu sei l'originale... nessuno mai sarà come te...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0