PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È primavera

Sciogli
ogni tristezza
al primo sole;
e poi,
fanciulla nuova,
che ami la pioggia
e dietro le ciglia
hai lieve
la rugiada del mattino,
guarda
i bei fiori
vivaci nei prati,
pieni di gioia.
Cogli
una rosa
o un papavero rosso,
dolcemente,
col suo gambo,
posalo sul palmo
della mano
e respira:
sei viva.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Nicoletta Corsalini il 29/06/2011 16:20
    Mi piace più "Delle tue mani invano". La trovo più completa e significativa! Continua così...
  • Anonimo il 25/06/2011 21:24
    metafora ben riuscita di una primavera odorosa e bella...
  • Anonimo il 24/06/2011 16:15
    Sì, finche siamo capaci di emozionarci di fronte allo spettacolo della natura, vuol dire che siamo ancora vivi!
  • Anonimo il 13/06/2011 20:12
    bella, molto semplice solare... poesia che ammalia...
  • Giacomo Scimonelli il 12/06/2011 14:44
    primavera=vita... bei versi dolci e sensibili
  • Sergio Fravolini il 11/06/2011 10:27
    "sciogli ogni tristezza" ... è la primavera.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0