username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Gabbia di cenere

Tremo dinanzi alla tua ombra,
inevitabile specchio della mia.
Giudice lussurioso e vendicatore che
gonfia il cuore di piacere,
come il vento, soffiando, riempie
d'ossigeno le vele.
E il piacere arriva all'apice,
sfiorando ogni singola parte di me.
E, allora, tutto sa di te:
il mio cuscino, il caffé del mattino,
la musica, gli squilli del telefono.
Tutto sa di te, e le mie membra non
chiedono che riposo, sono assetate di perdono.
Tremo dinanzi al tuo sguardo,
dinanzi al tuo ricordo, tentazione mortale.
Nel tuo blu il mio sangue diventa acqua,
e l'acqua sconfigge il fuoco di questo
inferno chiamato umanità.
Ma non pensiamo alle barbarie, amore mio,
perché ti voglio mentre sono ancora me stessa,
ti voglio mentre ancora ti voglio in questo
modo così vero.
Accontentiamoci di pensare a noi: in
questa gabbia di cenere non c'é posto per l'odio,
abbiamo fretta solo di noi.
I tuoi capelli mi abbracciano con la
loro magia e la tua ombra mi sovrasta, mi
sorveglia, proteggendomi dalle insidie del giorno.
Ripercorro con le labbra le parole che
mi hai detto; che oltraggio tentare di esprimere l'amore.
Come non credere che Dio mi abbia creata
per esserti amante? Come dargli torto?
Sei un insieme di luci, colori, profumi;
in te, Marte, si annidano tutti i semi più
belli, più malvagi. Come posso ignorarti?
Ma io scrivo, scrivo, scrivo,
sto sempre tra queste appassionanti carte;
ormai mi hai privata d'ogni altra forma di vita.
Ma a chi scrivo?
L'avevo promesso a me stessa: non ci saresti
più stato nei miei sogni,
e intendo cancellarti,
il più tardi possibile.

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 04/02/2012 23:38
    Una bella lirica ben esplicata da cui si evince un travaglio interiore profondo ed una sofferenza per la situazione vissuta. molto bella, piaciuta.

7 commenti:

  • Aedo il 18/06/2011 23:43
    Si scrive, si ama, per sfuggire la gabbia, in cui spesso siamo rinchiusi. Bella poesia!
    Ignazio
  • IGNAZIO AMICO il 18/06/2011 19:01
    Poesia di passione, di impeto, struggente e dolcissima al tempo stesso. C'è tutta la sensibilità ed il mistero dell'animo femminile espresso in pura poesia. BRAVISSIMA!!!!!!!!!
  • Bruno Briasco il 13/06/2011 17:53
    Molto bella, intensa... ma quanta sofferenza per amore!
  • Ada Piras il 11/06/2011 21:52
    È molto bella, bravissima
  • ELISA DURANTE il 11/06/2011 19:16
    Una passione travolgente, assoluta, distruttiva e ineluttabile... Se così non fosse, che passione sarebbe?
  • teresa... il 11/06/2011 16:44
    mi hai fatto commuovere, non voglio aggiungere altro. ti abbraccio.
  • Sergio Fravolini il 11/06/2011 15:56
    È un'opera molto costruita e densa di significato. Mi piace.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0