PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Tuo corpo un infinito di Sole

Profumato in fiore d'anima
Il Tuo corpo
mi è tangibile sole

terra

ruscello

cielo
di primaverile Amore

l'infinito

dai Tuoi capelli
scende
in distese di violaciocche

albe e tramonti
degustati
sulla Tua bocca
in miele d'api

quanti ricordi dalle guance d'albicocche
scorrono in me

tempi
di attimi
scanditi
dall'eterno

sui colli gioiosi fino al declivio dei Tuoi fianchi

matura
in fedeltà assoluta

una pioggia di teneri baci

esplosi
in polvere di borotalco

nei dolci grappoli delle mie mani natura

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 12/06/2011 11:59
    Ipnotica... Bellissima
    Ciao
    S
  • Anonimo il 12/06/2011 11:51
    molto ricca di immagini suggestive... mi ricorda nelle sue immagini il Cantico dei Cantici...
    molto bella
  • Anonimo il 12/06/2011 11:49
    Versi che accostano la dimensione corporea a quella della natura, un panismo eccellente espresso in mirabili visioni. Che bravo!!!
  • Anonimo il 12/06/2011 11:41
    Bellissima Vince... l'amore in tutte le sue forme... ti saluto
  • Nicola Lo Conte il 12/06/2011 11:36
    In quanti modi riesci a cogliere le sfumature dell'Amore!
  • karen tognini il 12/06/2011 11:32
    quanti ricordi dalle guance d'albicocche
    scorrono in me

    tempi
    di attimi
    scanditi
    dall'eterno

    sui colli gioiosi fino al declivio dei Tuoi fianchi

    Sono versi che fanno sognare... ricordi d'amore... profumo di borotalco...

    MERAVIGLIOSA VINCENZO...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0