username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non lamentarti

non lamentarti
se gli anni passano
e di questi, non ricordi
i momenti importanti.

non lamentarti
se solo nella mente
hai ideato i tuoi sogni
senza esserti mai adoperato
per realizzarli.

non lamentarti
se mentre contavi i tuoi finti mali,
qualcuno nel letto
qualcuno a lavoro
prendeva il tuo posto sicuro.


non lamentarti
se la tua casa,
prima porto protetto
non riconosce il tuo odore
tra quello di ospiti indistinti
che sul tuo divano
con la tua dama giocano
assicurandosi lo scacco perfetto.

non lamentarti
se non ricevi l'amore
che non hai trasmesso negli anni.

Lamentati!
Fallo adesso
te lo concedo
e fallo, mentre t'accorgi
che nel tempo che passava,
nel tempo che dimenticava,
in quello che soffriva,
in quello che amava...

tu lamentavi vuoti
insesistenti di una vita
a cui nulla mancava...
una vita fortunata.

 

1
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/04/2012 18:22
    Sicuramente non è il mio caso,
    dal momento che quasi tutto
    è sempre mancato,
    bella poesia,
    complimenti.

9 commenti:

  • Anonimo il 21/07/2011 16:28
    già... bella, sai? e amaramente vera... un abbraccio
  • Anonimo il 29/06/2011 13:57
    Quanto e bella e vara questa lirica. Sei bravissima amica mia, un caro saluto
  • denny red. il 22/06/2011 05:49
    Ottimo!!!! Scritto.. Terry.

  • Giacomo Scimonelli il 19/06/2011 23:02
    ''... non lamentarti
    se solo nella mente
    hai ideato i tuoi sogni
    senza esserti mai adoperato
    per realizzarli...''


    da 5 stelle la tua POESIA... piaciuta
  • Anonimo il 14/06/2011 14:21
    lamentarsi non porta da nessuna parte... certo alle volte si ha tutto e non si è contenti.. alle volte ci si lamenta e le occasioni passano noi lì a guardare... si deve vivere senza mai lasciare nulla andare... basta vivere... un abbraccio teresa amo come scrivi...
  • Attanasio D'Agostino il 13/06/2011 19:37
    Le lamentele vane portano il vuoto,
    il momento adatto di un lamento riempie il cuore dell'altro
    sono d'accordo con le signore che chi ascolta sono rimasti in pochi, o forse lo sono sempre stati.
    ..."lamentavi vuoti
    insesistenti di una vita
    a cui nulla mancava"...
    piaciuta un caro saluto Tanà.
  • Anonimo il 13/06/2011 18:16
    purtroppo solo dopo ci rendiamo conto... che tutto sommato avremmo potuto dedicare meno tempo a lamentarci ... ma con il senno di poi... ma devo anche dar credito al commento di anna rita... sono poche le persone che sanno ascoltare... purtroppo un bacio carla
  • teresa... il 13/06/2011 18:11
    grazie del commento e convengo anche su quello che hai scritto. questi versi vogliono semplicemente fungere da stimolo e ragionare su ciò che abbiamo, ciò che per dovere non dobbiamo trascurare per la sola fortuna che ci bacia in questa vita, esortando così chi perde troppo tempo a curarsi di un lamento, ad alimentare con forza amore e rispetto ciò che molti altri desiderano ma che putroppo non possiedono, come l'amore di una donna l'affetto di un figlio e molto altro. Non dobbiamo dare nulla per scontato ecco cosa penso. ti abbraccio grazie.
  • Anonimo il 13/06/2011 17:53
    Cara Teresa... hai scritto una bella poesia... ma desidero aggiungere un pensiero umile... a volte i lamenti escono quando nessuno oggi desidera più ASCOLTARE! Tu sei giovane e in buona fede... ti auguro di essere sempre ascoltatae... capita!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0