username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vacheron constantin

guardo perso nel vuoto l'unico dono
che il tempo non ha sopraffatto.
Ripenso a quei giorni di bimbo,
Quando con tono serio dicevi
Che i miei passi sarebbero stati corti,
Per essere accolti
Da strette e ripide scale,
che nel salirle non sarei stato capace di contarle
o di asciugarne il sudore.
Mi raccontavi al calar del sole
Storie che a me parevan tutt'altro
Che inventate, nella morale
Tutto mi ricordava la vita reale.
Narravi di un principe senza spade
Troppo buono nel cuore
Che avrebbe dovuto prestar attenzione
Alle serpi avvelenate
E con far rassegnato aggiungevi
che non tutte le storie
Giungono al fine con giochi tra fate.
Ricordo i luoghi delle tante cartoline
Comprate e mai spedite
Pronte da appendere alle pareti di vita
Come gemme e diamanti da conservare...
preservare da occhi invidiosi
Di puro amore.
Oggi nel polso porto il tuo orologio
In memoria dell'uomo che eri.
E sono certo caro nonno
Che nel momento in cui do la carica al tuo orologio
Tu, dal tuo regno,
forse distrattamente stringi dentro al cuore
il mio ricordo.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Valeria Cancarini il 23/03/2012 21:34
    forse distrattamente stringi dentro al cuore
    il mio ricordo. Bellissima!!!!!
  • giorgio giorgi il 06/03/2012 20:05
    Un oggetto prezioso, ma soprattutto un caro ricordo che è il filo della memoria.
    Ed anche il gesto della carica, che già sa di poesia, è lo stesso compiuto dal nonno ed è, quella pausa, l'occasione per ripensare ai suoi insegnamenti ed ai suoi racconti.
  • Anonimo il 26/07/2011 23:04
    Mi ero ripromessa "un giro" tra i tuoi versi, per conoscerti meglio...
    Il tuo animo parla e io non posso che tacere... sei bravissima!!
  • vincent corbo il 26/07/2011 20:07
    Una bellissima dedica. Tuo nonno aveva buon gusto per gli orologi.
  • Anonimo il 21/07/2011 20:05
    meraviglia... veramente bella, bellasì
  • Anonimo il 29/06/2011 14:01
    I nonni sono sempre la porta dei ricordi più belli. La loro saggezza diventava favola e allegria. Bellissima e piena di emozioni.
  • denny red. il 22/06/2011 04:25
    Terry...

  • Anonimo il 20/06/2011 07:51
    carissima mi hai ricordato il mio con il quale ho passati lunghi anni... adorabile... che bella dedica ... sono sicura che ti è accanto e ti ptpotegge e non distrattamente ma con il cuore bacio
  • Vincenzo Capitanucci il 15/06/2011 20:29
    Bellisima Dedica... Teresa..

    E sono certo caro nonno
    Che nel momento in cui do la carica al tuo orologio
    Tu, dal tuo regno,
    forse distrattamente stringi dentro al cuore
    il mio ricordo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0