PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ok!

.. ancora una volta, mi legava il pensiero,
per poi liberarlo a pochi passi dal mio respiro.

La strada muta come una tomba, parlava nascosta
tracciando i silenzi delle stelle.
La notte cattiva come un'arma pronta a sparare,
mi curava guardandomi con occhi neri, vestito e
arrivato dentro nel mio tempio, tagliavo con un amen,
la sua preghiera.

Una luce d'amore illuminava pensieri e parole,
piano.. piano mi spogliavo, bruciando seduto
l'ennesimo volto di un caffè, ancora una volta
la mia rosa mi sposava, punto dalle sue spine,
mi lasciavo avvelenare, perso nel suo abbraccio
eterno.

Nell'ora di un'alba, un vento soffia via
tutte le stelle, l'entrata e la chiusura
salutano un fondo scuro e chiaro, in un tempo
morto mi sveglio sorprendendo il mio letto,
ancora una volta.. sono vivo! Mi alzo mi vesto,
e vedo.. la porta sempre aperta per me,
calmo il mio pensiero, lego leggo faccio un
passo e, sono fuori dal tempo,
mi volto mi trovo, ed è già notte..
Ok!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

25 commenti:

  • Grazia Denaro il 05/02/2012 20:22
    molto bella complimenti...!
  • Don Pompeo Mongiello il 22/06/2011 12:41
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua tanto eccezionale!
  • Anonimo il 22/06/2011 11:23
    la mente si confronta dice, disdice, tornando sempre al quotidiano, leggo nella seconda strofa la malinconia del tempo e i mali comportamenti delle genti, speriamo tutto cambi. poesia al di fuori dalla confusione. molto bella. ciao Salva.
  • Anonimo il 19/06/2011 14:38
    Unico, profondo, sensazionale, surreale, vero. Questi i pensieri che possono definirti poeta. Ciao
  • Dolce Sorriso il 18/06/2011 22:36
    Denny caro... mi affascina sempre leggerti... bravooooo
  • angela testa il 18/06/2011 10:56
    una lettura che ti coinvolge emozionandoti fino alla fine... bellissimo... super... da incorniciare...
  • Antonietta Mennitti il 18/06/2011 08:51
    OK Benny... dialogare con se stessi non fa mai male e tu lo fai egregiamente!!!!!
  • Anonimo il 17/06/2011 20:32
    Un bel dialogo introspettivo con se stessi nella forma tipica delle tue opere. Ok Denny
  • karen tognini il 17/06/2011 16:56
    Nell'ora di un'alba, un vento soffia via
    tutte le stelle, l'entrata e la chiusura
    salutano un fondo scuro e chiaro, in un tempo
    morto mi sveglio sorprendendo il mio letto,
    ancora una volta.. sono vivo!

    DENYYYY... Ok... mi è piaciuta da morire...!!!.. ok ok...
  • Falco libero il 17/06/2011 15:33
    Mi volgo mi trovo.. Superba!!!
    Bravissimo Denny
  • Anonimo il 17/06/2011 11:56
    Come su una tela nera, i colori "sdraiati", beffardi, sanno d'esser più brillanti...(ho immaginato un dipinto di questo tipo leggendo) Complimenti!
  • sara zucchetti il 17/06/2011 10:37
    Bravo denny le tue poesie son così belle hai sempre successo. Molti versi che ti hanno riportato hanno colpito anche me. Sai scrivere belle cose con intrecci di fantasia. Mi sembrava di vivere un sogno!
  • - Giama - il 16/06/2011 23:55
    errata corrige: in eterno... (in luogo di ineterno)

    ciaooo
  • - Giama - il 16/06/2011 23:54
    ritmo incalzante in questa tua, immagini proiettate dai versi quasi a rincorrere il bisogno di aver una conferma, l'esigenza di essere in ogni istante e ineterno...
    grande Denny!
    ciao gia
  • loretta margherita citarei il 16/06/2011 22:24
    bellissimo il tuo stile, coinvolgi fino alla fine, bravissimo
  • Anonimo il 16/06/2011 19:37
    hai un modo di scrivere molto... particolare almeno per me... non so questa mi da un non so chè di inquietante... mi piace leggerti...
  • Anonimo il 16/06/2011 18:40
    A mio parere saresti adatto a scrivere libri... Bella Denny!
  • Giacomo Scimonelli il 16/06/2011 18:24
    molto bella... complimenti
  • Elisabetta Fabrini il 16/06/2011 15:55
    bellissima.. esplosiva... surreale...
    grande Denny!!
  • Vincenzo Capitanucci il 16/06/2011 13:18
    Ok... Denny... una porta sempre aperta... inutile bussare.. ed in un attimo son fuori dal tempo.. camminando su un filo di luce... teso fra le stelle...
  • Anonimo il 16/06/2011 12:25
    bellissima metafora... notte alba... luce... ombra... il bello delle tue poesie...è questo complimenti
  • Maria Teresa il 16/06/2011 11:56
    "... la mia rosa mi sposava, punto dalle sue spine,
    mi lasciavo avvelenare, perso nel suo abbraccio
    eterno."
    Denny, mi hanno colpito molto questi versi, ci vedo una similitudine con l'amore, non so il perchè ma tant'è.
    Ciao

  • Anonimo il 16/06/2011 09:46
    La notte è bizzarra... terribile, inesorabile, ci strappa e ride delle lunghe ore di inquietudine, ma sa essere, a volte, amabile, dolce e pietosa. E poi l'alba, altro giorno da vivere e superare... ore e ore impietose sotto un'esagerata luce, di sicuro nessun riparo... e poi la notte, finalmente ecco la notte. Ok ora!
    Non so se questa mia interpretazione è più bizzarra della notte... ma questo tuo scritto mi ha donato queste impressioni.
    Mi è piaciuta tantissimo! Grazie Denny!
  • anna rita pincopallo il 16/06/2011 09:26
    "mi volto mi trovo ed è già notte"bravissimo molto bella
  • Ada Piras il 16/06/2011 09:21
    Molto, molto bella.
    manca, erre a porta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0