accedi   |   crea nuovo account

Nel Caos d'un Eden ritrovato

Splendido evento
nel vento

il ritrovarti
nella immensa gioia
d'Amore

in cui
c'eravamo
momentanea-mente lasciati

spettinato

quell'attimo eterno
fomenta momenti chiome di lunghissimi millenni

un poeta
muore una sola volta
accarezzando le spighe
di un campo di frumento

nell'attesa son nato e morto
almeno mille volte

in fermento
fra sorrisi acerbi
e vuoti pianti

ho riempito
ogni angolo del giorno

adesso versi ignote note nella mia anima
portandomi verso le porte notturne
di oscuri domi

in versi di sole

so
d'un giardino abbracciato ai fiori raggianti del Tuo corpo

copula
di cupole

attraversate
da stelle filanti nascenti in caotico oro

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • karen tognini il 17/06/2011 13:12
    Dolcissima bella... stupenda poesia Vincenzo.. versi che sanno di sole e amore...
    kissssss
    k
  • Anonimo il 16/06/2011 17:46
    Che dire Vincè, mi piace moltissimo... soprattutto questa... copula
    di cupole... e non solo. Scherzi a parte, è bellissima!
  • angela testa il 16/06/2011 16:11
    stupenda vincenzo... gli occhi mi brillavano a leggere tanta dolcezza...
  • Ada Piras il 16/06/2011 15:49
    Vincenzo sono bellissimi questi versi, ogni parola

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0