PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Se tu

Se tu non permetti di farmi accarezzare la tua anima
non posso sentir il rintocco ansioso
del tuo cuore.

Sento vibrare il vento, si nasconde dentro me
come diapason, vibra la mente
confuso oscillo al calar della sera.

Come vascello in mezzo alla burrasca
noi non troviamo pace.
Ardi fuoco di passione nei nostri corpi,
non ti spegnere al primo temporale estivo.

La collina nasconde l'ultima luce
Di un sole al suo tramonto
Ancor la rugiada deve bagnare la rosa
Di un mattino che tarda a venire.

Abbandona i tuoi dubbi
chiudili nel cassetto del passato,
prova a rimembrare
l'ultima volta
che i ti sei dischiuso
come fiore all'alba.

Parlami,
io vago come un mendicante
in strade desolate.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Strega Orchidea il 16/03/2013 10:57
    Bella, mi ci rispecchio molto
  • Grazia Denaro il 20/01/2012 16:10
    molto bella e ben descritta, riporta chiaramente il pensiero dell'autore.
  • Anonimo il 07/07/2011 12:56
    Un po' prosastica, ma riesci a costruire composizioni davvero ben fatte. Evidentemente hai del talento poetico ed una sensibilità profonda. Ed oggi è raro trovare tutto questo!
  • Federica Cavalera il 18/06/2011 09:55
    vorrei precisare che questa opera è scritta a quattro mani con Pietro Chiabra.
  • Sergio Fravolini il 18/06/2011 06:51
    Molto bella mi piace.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0