accedi   |   crea nuovo account

Una sofferenza infinita

V'era un uomo,
anni or sono,
che viveva in un villaggio.
Nulla egli teneva
e di parlar non aveva coraggio.
Mal visto esso era,
di tutto era incolpato,
anche se la sua unica colpa
era d'esser un immigrato.
Dall'ispagna era fuggito,
in cerca di fortuna,
ma una volta giunto in Italia
non ne trovò forma alcuna.
Ora vecchio ed anziano è l'uomo,
e guarda indietro alla sua vita,
consumatasi piano piano,
in una sofferenza infinita.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro Valentino il 10/07/2011 21:11
    grazie mille ^^
  • michela salzillo il 07/07/2011 19:31
    Un tema attuale incastrato in una piccola storia non a lieto fine, molto simile a tanti piccoli mondi reali! Complimenti per la scelta dell'argomento e per la struttura dei versi.
    Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0