PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il pane della vita

Sono per mare
bevendone la luce di salmastro
ascolto il canto
che d'onda in onda
ne srotola l'accordo più ancestrale

e giunge, immaginata
voce profonda sù dal seno che racchiude
aroma di magìa e di fantasia
che guida l'aria fra le piume dei gabbiani
destrieri marinai senza catene
guardiani delle vele e il navigare
dall'alto del cobalto
che non ha frontiere nè confini

e cuoce al sole
sfamando l'anima che freme d'emozioni
il pane della vita ch'è Poesia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Dora Forino il 19/06/2011 17:51
    Bella lirica sul mare, aroma di magìa e di fantasia
    che guida l'aria fra le piume dei gabbiani...
    Vera poesia.
  • - Giama - il 19/06/2011 09:09
    libertà, è ciò che leggo tra le tue righe! il bisogno di volare grazie alla Poesia, e soprattutto grazie alla capacità di viverla e vivere in poesia!
    bravissima!
    ciao gia
  • loretta margherita citarei il 18/06/2011 21:12
    notevole, i miei complimenti, bravissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0