accedi   |   crea nuovo account

Uomini di_versi

Siamo noi
Gli ultimi
Gli insensibili
Coloro che
Incidono parole
In costati esangui
Che fecondano
Grembi inariditi
Accumulando
Crediti
E mai estinguendoli
Siamo noi
Gli ultimi
Codardi
Quelli che sbeffeggiano
Quelli che strillano
Nelle distorsioni
del loro comprendere
Aberrazioni che mutano forma
snaturandosi
Siamo noi
Gli angeli caduti
Incapaci di andare
Consapevoli di perdersi
Insofferenti
Al vivere
Siamo noi
Insaziabili
Verseggiatori
Di anoressiche
Pietanze
Restiamo seduti
Banchettando della nostra follia
Senza mai divenire folli!

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luca il 12/04/2013 23:26
    bella, molto apprezzato lo stile ermetico! le parole forti e accentate danno u ritmo molto sincopato, bella!

5 commenti:

  • Alessandro Moschini il 29/10/2011 17:51
    Da uomo di versi non posso che condividere. Molto apprezzata.
  • Federica Cavalera il 26/06/2011 19:27
    l'originalità e il ritmo incalzante fanno di questa poesia un'ottima lirica.
  • loretta margherita citarei il 20/06/2011 20:07
    molto ben scritta, complimenti notevole
  • Tiziana La delfina il 20/06/2011 14:30
    poesia molto originale, ma apprezzata davvero bravo!
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2011 10:05
    Siamo noi
    Gli angeli caduti... Donne e Uomini... di-versi... siamo l'origine e la fine del mondo...

    Molto bella Ori-gene..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0