PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mendicante

Vaghi per la città
con la tua mano tesa,
con la speranza in cuore
di ricevere qualche moneta,
lo sguardo triste e assente
di chi non ha più niente,
e nulla ormai ti aspetti.
Guardi la folla intorno,
stanco e disilluso
mentre i passi veloci ti sfiorano,
non alzi più la testa
resti con i tuoi pensieri
lontano da un oggi...
lontano da uno ieri...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 24/12/2011 11:02
    Complimenti per questa bella poesia!
  • Alessandro Guerritore il 24/06/2011 22:53
    Bella! Profonda. In pochi versi hai saputo conciliare il dramma di un mendicante con il degrado spirituale dell'uomo.
    Si evince nella tua opera, una notevole sensibilità nel vedere e sentire il mondo che ti circonda.
    La mano, la speranza, il degrado, la delusione, il ricordo di un tempo che fu, temi ben raffigurati e descritti in semplici versi, ma di grande comunicabilità.
    Di meglio, non saprei dire.
  • Anonimo il 22/06/2011 11:43
    Anche nel mendicare, il rispetto per se stessi e la "dignitosa postura" seguiranno la nostra ombra. "Non hai più nulla e nulla più ti spetti" ma possiedi la ricchezza di te stesso! Quella non riesce ad essere contenuta nelle sole mani. Molto bella
  • loretta margherita citarei il 20/06/2011 20:07
    bellissiama, complimenti annarita
  • giulio costantini il 20/06/2011 19:35
    @kiara beh, mica sempre fede ed eroismo accompagnano il vivere di carità... c'è pure la necessità... o no?...
    bella poesia, grande Anna come sempre...
  • Kiara Luna il 20/06/2011 18:19
    Lontano soprattutto dal domani... vivere di carità è un atto di pura fede ed eroismo.. dati i tempi di oggi...
  • Anonimo il 20/06/2011 14:18
    L'immagine del mendicante, non sempre si rispecchia, oggi, nell'uomo con la mano tesa. Ci sono tanti modi di mendicare. A volte la dignità impedisce di assumere l'atteggiamento che tu ben descrivi. Il mondo da me conosciuto me lo dimostra.
  • Sergio Fravolini il 20/06/2011 14:13
    Versi molto veri nei margini della realtà.

    Sergio
  • Anonimo il 20/06/2011 12:48
    Poesia toccante... e veritiera purtroppo. Molto bella
  • carmela marrazzo il 20/06/2011 10:44
    la verità è che nessun uomo dovrebbe essere messo in condizione di fondare la propria vita sul "buon cuore" degli altri...
    un'immagine molto triste e vera quella che emerge dai tuoi versi, di un'umanità mortificata e disprezzata.
    brava!
  • Simone Scienza il 20/06/2011 10:10
    Emarginati nel tempo
    trainati dal giorni
    ricchi di semplicità,
    sperando che la moneta giri a favore

    Realtà che dovrebbero far versare a tutti almeno una lacrima al giorno

    Ritratti che non bastano mai in questo gelido mondo... brava.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2011 10:00
    a testa bassa.. mendico l'Amore... in spiccioli di vita...

    Molto bella AnnaRita...
    con il viso.. di chi non ha più niente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0