accedi   |   crea nuovo account

Nuda

Seduta, non mi spaventa la neve,
seguo rotaie che si allontanano
non portano a noi
ma al tuo dolore.
Viandanti distratti
smarriti nei loro pensieri
non un sorriso
che riconduca a te
non un tono di voce
che mi racconti
di poesie e poeti.
Avvolge
questa ragnatela di malinconia
nuda è la notte
si accorcia il respiro,
non mi spaventa la neve.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Bruno Briasco il 23/06/2011 19:04
    ... ste' stelline funzionano come vogliono... 5 così imparano! Un abbracccio
  • Sergio Fravolini il 21/06/2011 06:38
    "nuda è la notte" ...

    Sergio
  • giovanna raisso il 20/06/2011 22:28
    trasmette un grande senso di impotenza.."seduta.. nuda.." e nell'indifferenza della gente.. un grande dolore
    scrivi benissimo.. non fermarti mai
  • Alessia Torres il 20/06/2011 18:46
    Molto realistica ed efficace nelle sensazioni descritte con dolore ma che un po' tutti noi hanno accompagnato nella vita... Brava!!!
  • Anonimo il 20/06/2011 18:24
    melanconica, sofferta,... rotaie che si allontanano metafora triste, ma ben strutturata brava aurora... scrivi molto bene...
  • Aurora rossi il 20/06/2011 17:22
    Ciao Giulia, grazie per il commento, questa poesia non è il massimo della bellezza ma l'ho scritta in un momento triste... sapere che una persona è destinata a morire e, non poter essergli accanto, è devastante.
    un sorriso
  • Giulia Gabbia il 20/06/2011 16:50
    Molto triste e malinconica, come la mano che la scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0