username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La mia nave

giunta ormai sono nel fior della mia età.
Guardando in dietro scorgo navi in lontananza
davanti me vi sono mille e più porti
ove attraccare.
La mia nave scivola lenta,
ma avvolte s'affretta...
scalpita per raggiungere la meta
quale sia non so ben dirlo
so, che questo mare, di ostacoli diversi ne pone sul mio cammino
tra bonacce e tempeste si divide il mio percorso divino
il capitan io son della mia nave
aspetto invano il vento di maestrale.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Andrea Circolo il 28/05/2015 19:25
    La nave ha attraversato il mare della giovinezza e sta raggiungendo l'isola della senescenza. Apprezzata

3 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 21/06/2011 10:57
    molto bella ed apprezzata... complimenti
  • rosalia Schimmenti il 21/06/2011 00:06
    tesoro mio commenti qui sono fuori luogo però che dirti... brava!!! e finalmente sei iscritta anche tu
  • Aedo il 20/06/2011 23:57
    Quante navi sono attraccate al mare, impossibilitate a percorrere la scia dei sogni. Invece il tuo veliero percorre la sua rotta, senza sapere verso dove il destino ti condurrà. Anch'io parecchi anni fa ho composto una poesia su un tema simile al tuo: chi lo sa che decida di pubblicarla nel sito, grazie all'imput che mi hai dato con la tua bellissima composizione! Brava.
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0