PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Petali di notte

Una ragnatela
un disegno di
petali di notte
dal più dolce profumo
mi imprigiona
in contemplazione
Frammenti di occhi
verdi, felini
dentro ai quali vorrei
abitare per sempre
Il suo sorriso cattivo
ed i suoi morsi
che popolano i miei incubi
Le sue ossa sporgenti
il suo corpo bianco
che mi accoglie
che mi chiama
nella folla convulsa
Strillando

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Piero Fortunato Conforte il 06/09/2013 14:38
    poesia non comune che esprime paure nascoste nell'inconscio umano e che danno sfogo nella stessa, nella simbologia il ragno è guadagno, le ragnatele sono il passato, i mostri e le ossa assieme alle urla esprimono gli ostacoli che si mettono sulla vita quotidiana, io consiglio di mantenere la calma e di proseguire sulla via buona e giusta
  • ELISA DURANTE il 21/06/2011 19:26
    Poesia dai toni forti, generata da incubi, generatrice di incubi. Sicuramente non banale.

    P. S.
    Rilevo un paio di refusi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0