accedi   |   crea nuovo account

Schiavo di uno scheletro

Fluttua il mio spirito
Schiavo di uno scheletro
Si insinua tra le luci
Ed il buio condensato
Per reprimere l'ansia
Che lo soffoca
Si accende e si spegne
Come una lucciola
Dai grandi occhi umidi
Colmi di speranza morta
Danzando e ammiccando
Stringe forte le ginocchia al petto
Per proteggere i propri lividi sbavati
Un fiore di loto che galleggia
In un pozzo solitario e feroce


Questa notte sembrava lunga
Troppo per lei
Irreale e penosa
creatura

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 09/07/2016 10:42
    apprezzata... complimenti.

3 commenti:

  • Anonimo il 22/06/2011 20:14
    Cupa, slegata dalla metrica tradizionale, semplice ed estremamente inquietante... Una paralisi che lascia col fiato sospeso, fino al soffocamento. Molto ok.
  • Anonimo il 22/06/2011 16:26
    Una poesia che esprime una sensazione legata alle più disparate situazioni che ognuno di noi si porta dietro e l'ansia che le accompagna.
  • milena ruggeri il 22/06/2011 15:29
    " fluttua il mio spirito schiavo di uno scheletro" bellisima immagine che racchiude innumerevoli leture, piaciuta molto anche la chiusa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0