PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cosa sono per me i Tuoi occhi

Cosa sono questi due laghi
neri è profondi

chiese il Budda

sono i Suoi occhi

lacrimano
fiumi

in templi di profumi

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

equanimi impermanenti eterni... gli occhi dell'Amata... come sublime luogo di meditazione.. oasi d'Amore... in cui perdersi e ritrovarsi...


1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Bruno Briasco il 23/06/2011 08:37
    Bellissima, concisa, diretta... magnifica.
  • Sergio Fravolini il 23/06/2011 06:46
    Il titolo è molto bello ed anche il resto dell'opera.

    Sergio
  • Ada Piras il 22/06/2011 21:52
    Bellissima veramente bravo
  • Dora Forino il 22/06/2011 20:10
    Versi brevi, ma incisivi, per parlare di occhi neri e profondi. Apprezzata!
  • Anonimo il 22/06/2011 20:05
    meravigliosa metafora ... grande vincenzo
  • Anonimo il 22/06/2011 19:23
    molto profonda, bellissima poesia. ciao Salva.
  • Anonimo il 22/06/2011 19:10
    Caspita... che belle parole! Super Vincè!
  • karen tognini il 22/06/2011 19:05
    Stupenda... bellissima... sublime...
    vuoi che continui? Vincenzo.. unico... magico.. raro... originale...
    puo' bastare per dirti che sei incredibilmente bravo!!!...

    L'idea del Budda... solo Tu...
  • Anonimo il 22/06/2011 18:50
    Gli occhi come specchio del cuore e come fiume e linfa da cui scaturiscono le emozioni dell'animo. Bella Vincé!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0