PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mondo impazzito

Se a chi cade
la mano tendi,
oggi per matto
preso sei;
se una buona parola
dare vuoi
a chi bisogno ha,
a quel paese
senza complimenti
davvero ti ci manda;
se zitto
te ne stai,
anche questo
fastidio è.
In che mondo
viviamo?
Ditelo
dunque voi!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 08/07/2011 14:44
    vero caro Don oggi si ha paura a tendere una mano... come dice denny per poco ti uccidono... si ha paura ad intervenire per prendere le difese di qualcuno che ne ha bisogno... in che vita viviamo ha ragione Don... bella poesia...
  • Attanasio D'Agostino il 23/06/2011 07:08
    il titolo mi piace...
    ed il testo ancora di più
    un caro saluto Tanà.
  • denny red. il 23/06/2011 00:52
    Oggi.. per una sigaretta ti uccidono, se chiedi scusa ti prendono a calci, se parli d'Amore.. ti prendono e ti rinchudono in un Manicomio, se parli del mondo.. sono pronti a fare l'ennessima guerra, che Mondo.. e'?? DA PAURA...!!! Don. Bella!!! Ciaoooo... Don.
  • angela testa il 23/06/2011 00:49
    Quanta verità in queste parole... sarà crudele quello che scrivo, ma io ho proprio il vizio di aiutare le persone in difficoltà... ti giuro mi fanno sentire una stupida... ma l'educazione non esiste più!.. figurati che sono arrivata al punto che ci penso tante volte prima di dire... ha bisogno? ho proprio paura di essere mandata a quel paese.. però ti assicuro ci stò malissimo... forse non e che non si acetta... ma c'è paura di tutto.. anche delle persone gentili... purtroppo è verità... il mondo è impazzito... complimenti lettura interessante...
  • Janco B. il 22/06/2011 23:01
    Assolutamente vero, spesso si è costretti ad astenersi dalla pratica di piccole buone azioni per evitare di essere derisi e addirittura sminuiti dagli stessi potenziali beneficiari.
    ... In un mondo che non ha ancora capito il dono di una certa libertà e agiatezza, che non si è nemmeno guadagnato da solo. Celine disse "non fate mai una buona azione, non ve la perdoneranno mai"
  • loretta margherita citarei il 22/06/2011 22:47
    concordo don, il mondo è impazzito ottima poesia
  • Anonimo il 22/06/2011 20:05
    Non è solo la "divina Indiferenza", è anche la paura di affacciarsi a determinati aspetti della vita... La sfiducia, il timore per la propria salute, il 'rovesciamento' dei valori tradizionali (per dirla alla Nietzsche) e l'annullamento definitivo di questi... Ammetto che anch'io il più delle volte ho il terrore, ma se le persone, quelle 'buone' (e per buone intendo con gli attributi e una buona dose di coscienza) ci aiutassero a comprendere la realtà e affrontarla nella maniera più giusta con libertà, tolleranza e tranquillità, allora qualcosa potrebbe cambiare... Potrebbe.
  • Anonimo il 22/06/2011 19:44
    Indifferenza è il nome che oggi darei alla nostra TERRA! Un pianeta bellissimo oramai solo visto dall'alto... Tutto sembra non toccarci più, sempre più sospettosi, distanti... spaventati... forse... le notizie che ci arrivano dal nostro mondo non ci rassicurano... e ci spingono in questo senso a fuggire e confondere i gesti, gli sguardi i pensieri... più belli!
  • Anonimo il 22/06/2011 19:26
    ciao Pompeo, hai ragione la vita attuale è proprio così. poesia piaciuta a presto leggerti ciao Salva.
  • sara zucchetti il 22/06/2011 18:49
    Oh Don Pompeo, me lo sono sempre chiesta anche io. La risposta purtroppo non c'è, uno vorrebbe essere buono ma in questo mondo è impossibile però non sono tutti così. Io cercavo di staccarmi con le mie poesie e i miei racconti, ma mi sono accorta che non sono tutti uguali in questo mondo. Bravo
  • Anonimo il 22/06/2011 18:47
    "Tu sei buono e ti tirano le pietre, sei cattivo e ti tirano le pietre, qualunque cosa fai, dovunque te ne vai, tu sempre pietre in faccia prenderai". Don sicuramente ricordi questa canzone di Antoine... come vedi i suoi tempi non erano diversi dai nostri! Bella e apprezzata questa tua.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0